Mon-Sat: 8.00-10.30,Sun: 8.00-4.00
Ai Musei Vaticani i percorsi per diversamente abili | Viaggiando Facile
Home » Uncategorized  »  Ai Musei Vaticani i percorsi per diversamente abili | Viaggiando Facile
Ai Musei Vaticani i percorsi per diversamente abili | Viaggiando Facile

Scritto da Michela | 16 marzo, 2011 9:00

I Musei Vaticani rendono il loro patrimonio ancora più accessibile inaugurando un servizio gratuito di visite plurisensoriali per non vedenti ai capolavori della Pinacoteca Vaticana, e di visite guidate per sordi condotte da operatori didattici sordi nella Lingua dei segni italiana. Anche i ciechi e i sordi potranno così godere della grande varietà di opere d’arte custodite all’interno dei Musei.

I nuovi percorsi sono inseriti nel progetto didattico già attivo da tempo, che comprende percorsi specifici per gli studenti e per le persone con disabilità. La prima novità da segnalare riguarda l’offerta didattica per i non vedenti, all’interno della quale – e già dalla metà degli anni ’90 – esiste la possibilità di effettuare visite tattili su una selezione di sculture: i ciechi potranno d’ora in poi anche accedere a un’approfondita visita plurisensoriale di due importanti opere dei Musei, “L’angelo che suona il liuto” di Melozzo da Forlì e la “Deposizione” del Caravaggio.

A ciascuna opera il non vedente potrà accostarsi per più di un’ora grazie all’utilizzo di tavole termoformate e di bassorilievi prospettici per comprendere la composizione dell’opera. Il tatto e non solo, dunque, per capire e comprendere l’opera: il tutto è infatti accompagnato dall’ascolto di brani musicali e poetici, dalla presentazione dell’artista con notizie circa la sua biografia e le sue opere e dalla possibilità di toccare, oltre alle stoffe dell’epoca, anche il frammento di affresco con il dettaglio dell’aureola dell’Angelo di Melozzo e la porzione di tela con il particolare della sindone della Deposizione, realizzati – rigorosamente simili agli originali – da esperti restauratori. La durata media della visita è di due ore.

La seconda novità riguarda un progetto realizzato per la prima volta in Italia: si tratta di due specifici itinerari didattici creati per i non udenti (Stanze di Raffaello e Cappella Sistina il primo, Museo Pio Clementino e Cappella Sistina il secondo) che saranno interamente guidati da un gruppo di operatori didattici sordi, una nuova figura professionale formata appositamente. Sapranno esprimersi anche in Lis, la lingua dei segni, ma il percorso è disponibile anche per coloro che non si esprimono in Lis. Il primo percorso (Stanze di Raffaello e Cappella Sistina) conduce alla scoperta del Rinascimento a Roma attraverso i suoi protagonisti: Raffaello e Michelangelo e i loro capolavori custoditi nei Palazzi Apostolici Vaticani. Il secondo percorso (Museo Pio Clementino e Cappella Sistina) unisce la scultura e la pittura: dalle famose statue classiche, come il Laooconte, fino ai capolavori della pittura del 1400 e del 1500 nella Cappella Sistina. La durata della visita è di circa due ore per ogni itinerario. “Nella consapevolezza della loro missione educativa, i Musei vaticani investono risorse non solo nell’offerta di nuove visite didattiche ma anche nella formazione di figure professionali specializzate”, ha spiegato il cardinale Giovanni Lajolo, presidente del Governatorato della Città del Vaticano. Apprezzamento e “vivo incoraggiamento” è stato espresso anche da Benedetto XVI. Le visite per i disabili della vista e dell’udito si svolgono su prenotazione e sono interamente gratuite, anche per gli eventuali accompagnatori.

VISITE PER SORDI – Le visite guidate si svolgeranno interamente in lingua dei segni: un operatore accompagnerà gruppi di massimo 15 visitatori. I Musei sono accessibili anche alle persone sorde che non usano la lingua dei segni. In questo caso un operatore potrà accompagnare gruppi di massimo 7 persone. Le visite si svolgono il mercoledì dalle ore 15.00 alle 17.00 e il sabato dalle ore 12.00 alle 14.00 e dalle 15.00 alle 17.00. Per prenotare occorre inviare richiesta tramite e-mail a visitedidattiche.musei@scv.va o telefonare ai seguenti numeri 06.69883145 – 06.69884676 – 06.69884947.

VISITE PER CIECHI – La visita è riservata a un massimo di 8 visitatori. E’ previsto un operatore didattico per uno o due visitatori per ottimizzare la fruizione. La visita, che dura in media due ore, è possibile solo su prenotazione. In questo caso, per conoscere le date/orari della visita guidata e per prenotare occorre inviare richiesta tramite e-mail a visitedidattiche.musei@scv.va  o telefonare ai seguenti numeri: 06.69883145 – 06.69884676 – 06.69884947.