Mon-Sat: 8.00-10.30,Sun: 8.00-4.00
Il Circuito del Tricolore a Fontana-Scarabelli su Lancia Fulvia Coupé HF 1600 del 1970 | Viaggiando Facile
Home » Uncategorized  »  Il Circuito del Tricolore a Fontana-Scarabelli su Lancia Fulvia Coupé HF 1600 del 1970 | Viaggiando Facile
Il Circuito del Tricolore a Fontana-Scarabelli su Lancia Fulvia Coupé HF 1600 del 1970 | Viaggiando Facile

Scritto da Michela | 22 giugno, 2011 6:20

Sabato 18 giugno 2011, regolaristi, collezionisti e appassionati di auto d’epoca si sono dati appuntamento a Reggio Emilia per il 6° Circuito del Tricolore, 4° prova del Campionato di Regolarità Torri & Motori (4° edizione).

La manifestazione, organizzata dal club Sport Storiche Campanon e dall’agenzia di comunicazione folettiepetrillodesign, insieme a Circolo Marchese Lotario Rangoni Machiavelli ed in collaborazione con Confcommercio-Reggio Emilia, ha registrato  grande partecipazione: ben 96 equipaggi provenienti da tutto il nord Italia, che si sono sfidati in 35 prove cronometrate, a bordo di vetture costruite entro il 31 dicembre 1991.

Giunto alla sesta edizione, il Circuito del Tricolore, è diventato un appuntamento motoristico d’eccellenza che associa al piacere di guidare auto del passato, l’abilità nello sfidare il tempo, lungo un percorso emozionante, che tocca i punti di maggior interesse dell’Appennino reggiano: un tragitto di 120 km circa che ricalca il tracciato originario del Campionato Provinciale Automobilistico che si svolse nel territorio emiliano nella seconda metà degli anni ’30, ma con alcune varianti introdotte ogni anno dagli organizzatori per rendere la gara più avvincente sia per i piloti che per gli spettatori.

La manifestazione ha preso il via alle 9 di sabato 18 giugno, presso la sede di Confcommercio. La gara è entrata subito nel vivo con la prime prove di regolarità realizzate proprio nel parcheggio di Confcommercio e successivamente presso il campo prova dell’Autoscuola Gatti. Dopodichè le auto hanno iniziato la salita verso Carpineti, dove, lungo l’impegnativo tratto che porta al Castello, hanno affrontato le prove per aggiudicarsi l’ambito Memorial Andrea Magnani.

A seguire una gustosa tappa presso la Latteria Sociale Il Fornacione di Felina: a ciascun equipaggio è stata consegnata una punta di Parmigiano-Reggiano, sponsor ufficiale della manifestazione.

Il suggestivo borgo di Cortogno ha accolto gli equipaggi per il pranzo che si è svolto presso la proloco ed è stato curato dal Bar Cortogno con un menu pensato ad hoc a base di prodotti tipici locali.

Canossa e Quattro Castella, con i loro affascinanti castelli e le strade panoramiche hanno reso ancor più incantevole il passaggio di questi splendidi gioielli a quattro ruote.

L’arrivo a Reggio Emilia, in piazza Prampolini, e le premiazioni in Sala del Tricolore tenute dal consigliere Nando Rinaldi, in rappresentanza del sindaco e dell’amministrazione comunale, hanno siglato la conclusione della manifestazione.

Vincitore assoluto l’equipaggio formato da Armando Fontana e Giovanni Scarabelli su Lancia Fulvia Coupé HF 1600 del 1970 (Nettuno Auto Storiche), che si è aggiudicato anche il Memorial Andrea Magnani e il premio alla vettura Lancia con miglior piazzamento in classifica assoluta assegnato dal Club Amici dei Motori di Carpineti; secondo classificato l’equipaggio di Massimo e Andrea Zanasi su Alfa Romeo Giulia Spider del 1963 (Scuderia Modena Historica); terzo classificato l’equipaggio di Francesco Botter e Loris Zamberlan su A112 Abarth 70 HP del 1980 (Scuderia Modena Historica).

La Coppa Confcommercio delle Dame è andata all’equipaggio formato da Marisa Gualerzi e Rosanna Pelaia su Porsche 911T Coupé del 1972.

Il premio all’auto più bella, assegnato dalla latteria sociale Il Fornacione di Felina, è andato alla Lancia Aprilia del 1946 di Riccardo Rocchi ed Enrico Lenzi (Scuderia Modena Historica).

Podio anche per il Duetto Challenge 2011 dedicato ai primi 3 equipaggi classificati appartenenti alla Scuderia Club Alfa Romeo Duetto (premio interno al club): primi classificati Alberto Simonutti e Andrea Poletti su Alfa Romeo Spider del 1991; secondi Thomas Candeago e Virna Domenici su Alfa Romeo Spider 1300 Junior del 1971; terzi Alberto Carasso e Giuseppe Satta Puliga su Alfa Romeo Duetto IV serie del 1990.

Infine il premio alla vettura Abarth più bella, messo in palio da Leo Models, è stato assegnato alla Fiat Ritmo Abarth 130 TC (1983) dell’equipaggio formato da Isaia Zanotti e Samantha Vicini (Regolaristi Sammarinesi).

Gli organizzatori hanno ricevuto i complimenti per il lavoro svolto e sono già al lavoro per la 100 Miglia delle Terre Gonzaghesche che si disputerà a Guastalla il prossimo 18 settembre. Per informazioni: www.sportstoricheguastalla.com