Mon-Sat: 8.00-10.30,Sun: 8.00-4.00
Teatro di Chiasso – La Stagione 2011-2012: teatro, musica, danza, cinema | Viaggiando Facile
Home » Uncategorized  »  Teatro di Chiasso – La Stagione 2011-2012: teatro, musica, danza, cinema | Viaggiando Facile
Teatro di Chiasso – La Stagione 2011-2012: teatro, musica, danza, cinema | Viaggiando Facile

2001-2011 Dieci anni di teatro, musica, danza e cinema a Chiasso 

Il suono…il gesto… l’immagine. Appunti per una nuova Stagione di teatro.

Riaprirà l’8 ottobre il Cinema Teatro di Chiasso, dando il via alla nuova Stagione 2011-2012, che proporrà appuntamenti con il teatro ma anche con la danza, con la musica – classica e jazz -, con il cinema, senza tralasciare alcuni appuntamenti rivolti ai più piccoli. 

Il primo appuntamento – il Gran Gala con il Ballet de l’Opera National de Paris – sarà proposto come serata inaugurale per il decimo anniversario della ristrutturazione e della riapertura del Cinema Teatro di Chiasso. Dieci anni vissuti intensamente, che hanno visto alternarsi sul palco di Chiasso attori, musicisti, danzatori e coreografi di fama internazionale.

La Stagione 2011-2012 proseguirà poi con molti appuntamenti fino a giugno; le tre sezioni portanti della  programmazione (teatro, musica, danza) saranno integrate dalla XV edizione del Festival di Cultura e Musica Jazz ( tre serate ed un’anteprima al Teatro Sociale AsLiCo di Como), dalla XXII edizione di  Festate, Festival di culture e musiche dal mondo (due serate open air in Piazza del Municipio), la XVII edizione della rassegna di teatro per ragazzi Senza Confini (5 spettacoli per grandi e piccini) e la rassegna cinematografica Un amico magico. La musica di Nino Rota nel cinema, omaggio al grande compositore italiano, organizzata in collaborazione con Teatro Sociale di Como As.Li.Co.

La valenza semantica dei tre termini Suono, gesto e immagine, utilizzati con funzione preludiante alla presentazione di questa nuova stagione teatrale, ci permette di segnare un punto di partenza, da cui  tutta la fascinosa alchimia del teatro inizia, si svolge, e ci coinvolge.

Un processo immediato e trascendente, che si riproduce ogni qualvolta il sipario lascia spazio alla scena, dando così luce a quella trasfigurazione di parte della  nostra vita e dell’universo che ci circondano e che vengono così  rappresentati tra le nere oblique quinte e le luci colorate della ribalta.

Che sia teatro, musica, cinema oppure danza, ancora una volta abbiamo l’opportunità di entrare in questa dimensione e di intraprendere un meraviglioso e affascinante viaggio attraverso le trame incrociate delle opere di grandi autori come Pirandello e Ibsen, lavori sfacciatamente attuali come Il piacere dell’onestà e Il nemico del popolo, ma anche nella musica di grandi compositori a cominciare dallo spavaldo gioco delle coppie, magistralmente orchestrato nel Così fan tutte da W.A.Mozart, fino alle colonne sonore, scritte da Nino Rota per celebrate pellicole, che saranno rese ancor più sfavillanti nell’esecuzione di una delle orchestre più importanti d’Europa, la Czech National Symphony di Praga.

Spazio a grandi interpreti, o meglio, a maestri del palcoscenico come Enrico Montesano e Giorgio Albertazzi, uomini soli al comando, che con l’aiuto del pubblico in sala, sapranno condurre il gioco teatrale all’estremo chiamando in causa personaggi come Platone e Ratzinger ed esplorandolo nei suoi aspetti  più reconditi,  arcaici, e quanto mai inaspettatamente contingenti.

Il teatro è sfida vera, tenzone sofferta, soprattutto quando si propone di guidare il proprio pubblico verso nuove strade, attraverso percorsi di ricerca e di frontiera mettendo al varo nuove produzioni. Nella stagione 2011-2012  troveranno spazio prime assolute, una delle quali è Dreaming Pinocchio rivisitazione e gioco teatrale della celebre favola di Collodi, scritta e diretta da Antonio Ballerio, eclettico autore ed attore ticinese che grazie ad un cast di affiatati partners riferibili alla Radio Televisione della Svizzera Italiana, riprenderà l’antica favola del burattino di legno regalandoci una nuova ed insolita versione.

Teatro della vita, teatro specchio dei nostri giorni, ecco allora riflessa e riportata in scena l’esperienza televisiva di personaggi celebri che con umile afflato salgono la strada irta del teatro, e con un ideale devoto “atto purificatore” vengono respirando l’acre polveri del palcoscenico. E’ il caso di lavori come L’oscuro bisogno di uccidere uno spettacolo dinamico e curioso, condotto dal celebre criminologo Massimo Picozzi, e di Caravaggio secondo Sgarbi, nel quale, il geniale ed originale critico d’arte, proporrà una mirata e singolare visione dell’opera e della vita di Michelagelo Merisi alias Caravaggio.

Il ritmo è ordine nel movimento asseriva Platone, definizione che meglio non poteva essere calata per illustrare l’ attività coreografica precisa, tecnicamente inappuntabile e nel contempo espressiva di compagnie che avremo l’onore di ospitare: dal Balletto de l’Operà National di Paris al Balletto del Maggio Musicale Fiorentino , dal Balletto di Mosca e quello del Teatro di Berna.

Siamo certi, che grazie a questa nuova e ricca stagione teatrale potremo celebrare adeguatamente il decimo anniversario della riapertura del teatro avvenuta nel 2001 e valorizzare una struttura  unica sul territorio, che peraltro da quest’anno – grazie alla lungimirante azione della municipalità cittadina – va ad integrarsi armoniosamente dentro il nuovo Centro Culturale di Chiasso, costituendo insieme al  m.a.x. museo ed allo Spazio Officina una perfetta triade,  fulcro culturale della nostra città”.

Armando Calvia

Direttore artistico

Cinema Teatro di Chiasso