Mon-Sat: 8.00-10.30,Sun: 8.00-4.00
Stalattiti E Stalagmiti | Viaggiando Facile
Home » Uncategorized  »  Stalattiti E Stalagmiti | Viaggiando Facile
Stalattiti E Stalagmiti | Viaggiando Facile

La Grotta dello Smeraldo a Conca dei Marini Scritto il 7 giugno, 2010 da : Michela | Commenti (0) Le Grotte di Borgio Verezzi Scritto il 14 aprile, 2010 da : Michela | Commenti (0) YuoTube video: la grotta della zinzulusa Scritto il 24 marzo, 2010 da : Michela | Commenti (0) YuoTube video: Le grotte di Castellana in Puglia Scritto il 15 marzo, 2010 da : Michela | Commenti (0) YuoTube video: Le Grotte dell’Angelo Scritto il 11 marzo, 2010 da : Michela | Commenti (0) Scritto il 9 marzo, 2010 da : Michela | Commenti (0)

Nei pressi del fiume Treste ad un’altezza di 740 metri sorge il comune di Liscia in provincia di Chieti, un tipico borgo medioevale che nel XII secolo entrò a far parte del territorio di Monteodorisio.

Nei dintorni del paese si trova l’eremo di San Michele Arcangelo, il quale  protegge una grotta con una sorgente naturale dove si recano i devoti di San Michele per bere un po’ d’acqua che si ritiene che abbia proprietà miracolose.

La leggenda racconta che un mandriano di Palmoli, portando la sua mandria al fiume per l’abbeverata, notò un torello che scompariva ogni giorno per ritornare solo a sera. Incuriosito decise di seguirlo e scoprì, con grande sorpresa, che l’animale arrivava fino a una grotta nascosta nella vegetazione e lì si inginocchiava in adorazione di San Michele. Preso da devozione anche il pastore si inginocchiò e l’Arcangelo compì il miracolo di far sgorgare l’acqua per dissetarlo.

…l’articolo continua »

Scritto il 2 marzo, 2010 da : Michela | Commenti (0)

Situata al centro del Parco Naturale delle Alpi Apuane c’è la Grotta del Vento, una tra le grotte più complete d’Europa, dove si possono trovare   una straordinaria varietà di fenomeni che vengono illustrati con precisione e competenza da esperte guide speleologiche.

II nome “Grotta del Vento” deriva dalla violenta corrente d’aria che la percorre, dovuta alla presenza di due imbocchi posti a quote diverse. Quello inferiore (ingresso turistico) e situato a m. 627 sul livello del mare, mentre quello superiore, impraticabile, si trova ottocento metri più in alto, ad oltre 1400 metri d’altezza; la temperatura interna si mantiene costantemente sul valore di + 10,7 gradi centigradi. Si ha quindi una colonna d’aria che d’estate, essendo più fredda dell’aria esterna, e più pesante, quindi provoca all’imbocco inferiore il noto vento uscente (entrante a quello superiore). D’inverno, invece la situazione si ribalta; siccome fuori la temperatura e quasi sempre più bassa, l’aria interna, più calda di quella esterna e quindi più leggera, sale, provocando all’imbocco inferiore il vento entrante (uscente a quello superiore). La velocità del vento e direttamente proporzionale alla differenza che intercorre tra la temperatura esterna e quella interna. Durante le visite la corrente d’aria viene quasi completamente bloccata mediante la chiusura di una porta blindata.

…l’articolo continua »

Scritto il 1 marzo, 2010 da : Michela | Commenti (0) Scritto il 25 febbraio, 2010 da : Michela | Commenti (0)

Le grotte di Toirano, in provincia di Savona, sono un complesso di cavità carsiche di importanza turistica, particolarmente famose  per la varietà di forme di stalattiti e stalagmiti per la loro estensione e  per il ritrovamento di tracce dell’homo sapiens di oltre 12.000 anni fa e resti di ursus spelaeus di circa 25.000 anni di età.

Il complesso delle grotte di Toirano, aperto al pubblico nel 1953, dopo le opportune opere di sistemazione, è gestito direttamente dal Comune e il percorso turistico è oggi a senso unico, con ingresso sul versante nord della collina ed uscita a sud-ovest. Il complesso turistico delle grotte di Toirano è composto dalla Grotta della Bàsura (“strega” in dialetto), una  tra le cavità più famose in abito nazionale ed internazionale. La grotta è  poi collegata, tramite un tunnel artificiale, con la vicina grotta di Santa Lucia Inferiore.

L’itinerario, lungo poco più di 800 metri, è perfettamente attrezzato per ospitare presenze turistiche e registra annualmente una media di 110.000 unità all’anno. Il territorio toiranese e dell’intera Val Varatella è ricco di circa trecento cavità naturali. Alcune di esse, come la grotta del Colombo(non aperta al pubblico).

…l’articolo continua »