Mon-Sat: 8.00-10.30,Sun: 8.00-4.00
Ai Musei Mazzucchelli la moda dà alla testa: MADE IN VINTAGE + L’ULTIMA FRIVOLEZZA, di cappello in cappello – 4/5/6 maggio 2012 | Viaggiando Facile
Home » Uncategorized  »  Ai Musei Mazzucchelli la moda dà alla testa: MADE IN VINTAGE + L’ULTIMA FRIVOLEZZA, di cappello in cappello – 4/5/6 maggio 2012 | Viaggiando Facile
Ai Musei Mazzucchelli la moda dà alla testa: MADE IN VINTAGE + L’ULTIMA FRIVOLEZZA, di cappello in cappello – 4/5/6 maggio 2012 | Viaggiando Facile

Scritto da Michela | 2 maggio, 2012 8:32

Formula rinnovata per la III edizione Primavera-Estate del Festival del Vintage ai Musei Mazzucchelli* che, sotto la nuova direzione artistica dell’architetto Lara Alberti, propongono, nelle gallerie della splendida sede neopalladiana di Ciliverghe di Mazzano – in provincia di Brescia, a pochi kilometri dal Lago di Garda - una selezione dei più qualificati espositori specializzati - tra i quali, Art House di Bergamo; Éclater di Rivanazzano (PV); Galleria Atena di Scandiano (RE); Happy Books di Modena; Lamù Vintage di CastelGuelfo (BO);  L’Arcadia e Only One di Brescia; Parafernalia Vintage di Bresso (MI); Post Post di Ravenna; Shabby Chic di Castelnovo Bariano (RO) ; Silvana Venturini di Genova; Stondo e Officina Vintage di Firenze; Straordinariamente Vintage Valeggio sul Mincio (VR); Vintage Art di Bologna interpreti e promotori al tempo stesso della vera essenza del Vintage , da intendersi come modo di essere e vivere, oltre che come fenomeno di moda. Tali Archivi, riconosciuti anche a livello internazionale , sono infatti spesso fonte d’ispirazione per diversi stilisti contemporanei, come pure per operatori del mondo dello spettacolo.

Da quest’anno, MADE IN VINTAGE si apre a una serie di eventi collaterali - quali sfilate di moda con dj set, esposizione d’auto d’epoca, momenti musicali a tema e altre ‘suggestioni’ – che faranno della manifestazione non la solita mostra-mercato, ma  ’occasione per calarsi in un’atmosfera unica, dove poter ammirare e acquistare una ricercata rosa di articoli Vintage – dagli abiti agli accessori, dagli articoli da viaggio ai libri – in linea con lo spirito della Fondazione Giacomini Meo Fiorot, che accoglie l’iniziativa e ospita, al suo interno, il Museo della Moda e del Costume , con Collezioni permanenti di abiti antichi e accessori, valorizzati da un’intensa programmazione espositiva. 

A tale fine, nei giorni di Festival, si inaugurerà la mostra L’ULTIMA FRIVOLEZZA, di cappello in cappello , con una selezione dei più interessanti e preziosi modelli, dagli anni ‘20 agli anni ’80 , attinti dai depositi del Museo.

Sono più di 600, infatti, i copricapo raccolti , di manifattura italiana e internazionale, caratterizzati dalle fogge e dai materiali più diversi. Alcuni destinati ad un uso quotidiano, per la maggior parte si tratta di cappelli, acconciature e toque  da sera, da teatro e da cerimonia, spesso arricchiti da pizzi, fini merletti, velette, piume di aigrette e struzzo.

Numerose le etichette che arricchiscono la Collezione, tra queste, da segnalare La Parisienne e Gaffuri Maestri per quanto riguarda l’ambito bresciano, oppure Gallia e Peter , tra le più antiche e rinomate modisterie di Milano. Ma anche nomi internazionali come Jeanne Lanvin, Jean Patou, Christian Dior, Paulette, Pierre Balmain e Jean Barthet. 

 Informazioni:  Musei Mazzucchelli, tel. 030 212421 – www.museimazzucchelli.it