Mon-Sat: 8.00-10.30,Sun: 8.00-4.00
E’ stata inaugurato il memoriale dei Mille a Genova Quarto | Viaggiando Facile
Home » Uncategorized  »  E’ stata inaugurato il memoriale dei Mille a Genova Quarto | Viaggiando Facile
E’ stata inaugurato il memoriale dei Mille a Genova Quarto | Viaggiando Facile

Scritto da Michela | 21 settembre, 2010 8:00

Lo scrittore risorgimentale Cesare Abba scrisse: «Si dice che un giorno a Quarto sorgerà un monumento con su tutti i nomi dei Mille incisi nel marmo. Sarà cosa che onorerà la patria». Quel giorno adesso è arrivato. Dal 14 settembre scorso  a Genova-Quarto proprio dove Giuseppe Garibaldi partì alla testa di mille volontari è stato inaugurato (prima opera del progetto «I luoghi della memoria») il nuovo memoriale dei Mille con una lastra di 30 metri in acciaio dove sono incisi i nomi dei 1089 volontari che sbarcarono a Marsala 150 anni fa.

All’inaugurazione erano presenti il ministro della Gioventù Giorgia Meloni, il Presidente del Comitato per le celebrazioni del 150/mo anniversario dell’Unità d’Italia Giuliano Amato ed il sindaco di Genova Marta Vincenzi.

L’intervento di riqualificazione realizzato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri-Unità tecnica di missione per i 150 anni dell’Unità d’Italia, si inserisce nel progetto «I luoghi della memoria», iniziativa prioritaria tra quelle approvate dal Comitato Interministeriale per la celebrazione del 150/mo e dal Comitato dei garanti.

Proprio da Quarto, il maggio scorso, il presidente della repubblica Giorgio Napolitano aveva scelto di dare il via ai festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’italia. I lavori di riqualificazione hanno coinvolto il monumento dei Mille di Eugenio Baroni (fu inaugurato nel 1915 da Gabriele D’Annunzio con un’orazione che segnò l’entrata in guerra dell’Italia).

Il nuovo spazio commemorativo che abbraccia un’area di 3500 mq comprende il restauro del monumento storico con un’ampia area pedonalizzata per una più efficace tutela dell’opera e una migliore fruizione visiva, e la realizzazione di un memoriale che sfrutta la discesa verso il mare come spazio informativo sulla missione dei garibaldini.

Il monumento, nato da una sottoscrizione nazionale a cui parteciparono lo Stato e molti comuni, è una puntuale illustrazione dell’Inno di Garibaldi («si scopron le tombe, si levano i morti») e in questo si celebra l’eroismo e la capacità di gettare il cuore oltre l’ostacolo, che caratterizzarono l’impresa dei Mille.

Fonte: www.iluoghidellamemoria.it