Mon-Sat: 8.00-10.30,Sun: 8.00-4.00
26 marzo 2012: Sesta Giornata Mondiale della Lentezza Da Milano a Londra, impariamo tanti modi per Vivere con Lentezza | Viaggiando Facile
Home » Uncategorized  »  26 marzo 2012: Sesta Giornata Mondiale della Lentezza Da Milano a Londra, impariamo tanti modi per Vivere con Lentezza | Viaggiando Facile
26 marzo 2012: Sesta Giornata Mondiale della Lentezza Da Milano a Londra, impariamo tanti modi per Vivere con Lentezza | Viaggiando Facile

Scritto da Michela | 14 marzo, 2012 8:33

Lunedi 26 marzo 2012 torna l’appuntamento promosso dall’organizzazione di volontariato L’Arte del Vivere con Lentezza con la Giornata Mondiale della Lentezza, giunta alla sua sesta edizione.  Un momento di riflessione collettiva sui danni economici, ambientali e sociali del vivere a folle velocità, in un momento difficile di grandi trasformazioni, confusione e incertezza.

“Il 26 marzo siamo tutti invitati ad impegnarci e partecipare, ognuno nella propria città, con amici, colleghi, in famiglia o da soli, creando un piccolo/grande momento di riflessione per raccogliere le forze, sorridere e voltare pagina, contribuendo a rivoluzionare il nostro mondo dalle fondamenta – spiega Bruno Contigiani, Presidente dell’Associazione”. Tutti gli eventi saranno divulgati sul sito www.vivereconlentezza.it, su Facebook, Twitter e YouTube, in modo da poterli condividere con gli altri ribelli della lentezza.

Che cosa succede durante la Giornata Mondiale della Lentezza? Parola d’ordine: prendersi una pausa, rallentare. Starà poi a ciascuno trovare il modo migliore per interpretare questa idea, dedicandosi ad una “attività lenta” o – perché no? – scegliendo di non fare proprio nulla. Non a caso la Giornata cade sempre di lunedì, il “giorno frenetico” per eccellenza.

Da Milano a Londra, passando per centinaia di “città lente”. Uno dei poli principali della Giornata della Lentezza 2012 sarà Milano, dove il 26 marzo la zona tra Piazza San Babila e Piazza Duomo si animerà delle più svariate perfomance di strada: dal tradizionale appuntamento con i “vigili della lentezza” muniti degli infallibili “Passovelox” per multare i passanti frettolosi, alla distribuzione dei famosi “Comandalenti e Comandamori” con esortazione ad applicarne almeno uno durante la giornata; dai Giochi di Strada dimenticati di Giorgio Reali, fino a performances lente per eccellenza, come il Tai-Chi e la lettura di poesie accompagnate dalla
musica.

La collaborazione con il Teatro Franco Parenti Già nel 2008, il teatro Franco Parenti partecipò alla Giornata con una strepitosa performance di Vittorio Sgarbi che intrattenne da mezzanotte in avanti centinaia di spettatori, leggendo 9 canti della Divina Commedia. Nel 2011 poi il Direttore del Teatro Franco Parenti, Andrée Ruth Shammah, ha curato la regia del canto dei ragazzi del Vittadini in scena con l’Opera a New York.

La collaborazione continua anche quest’anno; per celebrare la Giornata il Teatro offrirà uno sconto su due spettacoli: “Esequie Solenni” e “il Ritorno”, menzionando Vivere con Lentezza al momento della prenotazione o presentandosi al botteghino con la stampa della locandina promozionale, disponibile sul sito. Il 3 aprile alle 19.30, poi, l’Ensemble “Il Demetrio” farà un’esibizione di musica barocca dedicata alla Lentezza nel foyer del Teatro.

La settimana della Giornata della Lentezza

Da Martedi 27 marzo, invece, la manifestazione assume una veste internazionale trasferendosi anche a Londra, una delle città più veloci del mondo, per diventare “La Settimana della Giornata della Lentezza”. 7 giorni dei più svariati eventi, come le multe ai passanti frettolosi nel tunnel della stazione di Hackney, il West Norwood Slow Food Festival con la performance di musica barocca dell’Ensemble “Il Demetrio” di Pavia, il Mercato delle Produzioni locali provenienti dagli orti di Hackney al Dalston Eastern Curve Garden. Clou della settimana sarà il 28 marzo, con la premiazione del People of Hackney, nella persona del sindaco Jules Pipe, per gli sforzi verso la coesione sociale in una delle aree più multietniche della città, e per l’incentivo alla mobilità su uno dei mezzi più antichi e lenti, la bicicletta, con una nuova rete di piste ciclabili. Il premio, che porta la firma del designer Francesco Argenti in collaborazione con un interessante gruppo di lavoro, sarà un contachilometri che segnala al ciclista quando sta superando una determinata velocità: un segno con il quale i ciclisti esprimono la voglia di vivere la città in modo cortese e rispettoso, una forma di attenzione verso se stessi e gli altri. Sempre a Londra, alla Dalston Library, si terrà la Mostra Fotografica di Barbara Cucinotta dedicata ad Hackney e alla sua interpretazione del Vivere con Lentezza.

Milano e Londra sono solo i due poli principali, ai quali si aggiungeranno via via le centinaia di iniziative pubbliche e private sparse per il mondo che città, amministrazioni, gruppi o singoli vorranno dedicare alla Giornata Mondiale della Lentezza. L’elenco sarà man mano disponibile sul sito www.vivereconlentezza.it   e sulla sua versione inglese www.goslowbehappy.com , oltre che sui social network Facebook, Youtube e Twitter. Ringraziamo fin da ora tutti coloro che vorranno contribuire alla Giornata con la propria
libera interpretazione.

L’organizzazione di volontariato L’arte del Vivere con Lentezza nasce alla fine del 2005 da un gruppo di persone che, immerse nella velocità e nella frenesia della vita di ogni giorno, hanno iniziato a porsi delle domande sulla propria insoddisfazione per lo svolgersi di una esistenza in totale balia degli eventi esterni e quindi troppo spesso non aderente all’immaginario personale. Condividendo questi pensieri, si sono resi conto che il primo passo per migliorare la propria vita doveva essere quello di RALLENTARE. Perché non provarci anche noi?

Organizzazione di Volontariato L’Arte del Vivere con Lentezza – www.vivereconlentezza.it