Mon-Sat: 8.00-10.30,Sun: 8.00-4.00
Festa dell’Olio NUovo al Frantoio di Trevi 29-30 ottobre e 5-6novembre 2011 | Viaggiando Facile
Home » Uncategorized  »  Festa dell’Olio NUovo al Frantoio di Trevi 29-30 ottobre e 5-6novembre 2011 | Viaggiando Facile
Festa dell’Olio NUovo al Frantoio di Trevi 29-30 ottobre e 5-6novembre 2011 | Viaggiando Facile

Scritto da Michela | 12 ottobre, 2011 8:00

olio-300x450-7253717Al Frantoio di Trevi (Loc. Torre Matigge, prov. PG) la ventesima edizione della Festa dell’Olio Nuovo (29-30 ottobre) dà il via alla stagione dell’olio nuovo, anticipando il weekend di Frantoi Aperti (5-6 novembre) che coinvolgerà numerosi altri frantoi della Strada dell’Olio D.o.p. Umbria. L’ultimo fine settimana di ottobre offrirà l’occasione per inaugurare ufficialmente il nuovo e innovativo frantoio studiato per migliorare le proprietà organolettiche e nutrizionali dell’olio di oliva con particolare riferimento agli aspetti salutistici. 

Principali eventi 2011:

Numerose le iniziative di intrattenimento previste nei due weekend: i più dinamici sono invitati a bordo dell’OlientExpress, il trenino dell’olio gratuito per un emozionante percorso alla scoperta dell’olio e dell’ulivo con fermate a richiesta (raccolta all’oliveto “La Chiusa de li maleditti”; l’olivo millenario di “Sant’Emiliano”; museo della civiltà dell’olivo e dell’Olio” e Trevi centro). Per le signore, e non solo, riapre l’angolo dell’Olio Farm, l’area dedicata a percorsi benessere e a trattamenti estetici gratuiti con cosmetici all’olio extravergine D.O.P. Umbria eseguiti da professionisti del settore; mentre i più piccini si divertiranno nei mini club con “Giocolia”, uno spazio animato con giochi, laboratori sensoriali, disegni all’olio e tanto altro.  Per tutti visite al frantoio per conoscere il processo di produzione dell’olio extravergine di oliva, musica e degustazioni no stop (“l’Olio è servito”) per un classico come la bruschetta o un aperitivo con finger food o ancora per assaggiare la roveja, antico pisello selvatico in via d’estinzione ed ora presidio Slow food, piuttosto che zuppe di orzo e porcini, tagliatelle al Sagrantino o maialino arrosto con tartufo, preparati con le varie tipologie di olio extravergine del Frantoio, sorseggiando vini di Montefalco (orario non stop dalle ore 9,00 alle 19,00). Infine, per i consumatori più attenti e per gli addetti ai lavori, non mancheranno workshop e momenti di approfondimento sul tema della qualità.

Il 2011, inoltre, segna per la Società Agricola Trevi Il Frantoio una nuova conquista verso la politica della qualità totale che ispira tutta l’attività dell’azienda: un nuovo frantoio che con un sistema automatizzato di controllo e monitoraggio costante di tutte le fasi della produzione potrà migliorare le proprietà organolettiche e nutrizionali dell’olio di oliva con particolare riferimento agli aspetti salutistici. Il nuovo frantoio sarà presentato alla stampa e al pubblico sabato 29 ottobre.

Informazioni prodotti e programma:  www.oliotrevi.it

Visite e degustazioni tutto l’anno:

Durante l’anno le porte della Società Agricola Il Frantoio di Trevi sono sempre aperte ai visitatori per un itinerario scientifico-culturale tra la Loggia dei Mercanti – che ripropone la loggia del centro storico di Trevi dove tradizionalmente si stabiliva il prezzo dell’olio – la Piazza del Frantoio - alla scoperta di un piccolo museo con antiche lucerne e macchine e attrezzi del secolo scorso e delle varie fasi di produzione e imbottigliamento dell’olio – e la Locanda del Frantoio, dove è possibile fare shopping e degustazioni di bruschette o altri prodotti tipici umbri (formaggio, salumi, verdure…) conditi con le diverse tipologie di olio prodotto: fruttato intenso, delicato, forte… un sapore per ogni gusto!

L’ARCHITETTURA DEL FRANTOIO DI TREVI

Per permettere a tutti i clienti e visitatori di assistere con i propri occhi a tutti processi di lavorazione, dalla produzione all’imbottigliamento del nostro olio, la Società Agricola Trevi “Il Frantoio” si è affidata ad un rinomato architetto locale, il quale ha tradotto quest’esigenza ricostruendo all’interno del frantoio un tipico borgo rurale. (quello di Trevi).

Attraversando la “Piazza del Frantoio”, dove avviene il confezionamento, si raggiunge la “Loggia dei Mercanti”, (che riprende il loggiato del Palazzo Comunale di Trevi, ove in passato si stabiliva il prezzo delle olive), da dove è possibile vedere il frantoio in produzione, mentre ne la “Locanda del Frantoio” un ampio camino permette di effettuare le degustazioni.

La ristrutturazione del frantoio costituisce uno degli ultimi esempi di architettura industriale.

Da Firenze: uscita Valdichiana Bettolle A1, direzione Perugia, Foligno, Spoleto, uscita “S.Eraclio zona industriale Trevi” e seguire le indicazioni. Da Cesena Nord: uscita Cesena Nord A1, direzione Assisi, Foligno, Spoleto uscita “S.Eraclio zona industriale Trevi” e seguire le indicazioni. Da Roma: uscita Orte A1 direzione Spoleto, Foligno, Trevi, uscita “S.Eraclio zona industriale Trevi” e seguire le indicazioni.

Servizi e area sosta camper:

Il Frantoio è dotato di molti servizi di accoglienza per i turisti: servizi per persone diversamente abili, giardino con veranda, sala riunioni da 60 posti, visite e video in italiano, inglese e tedesco, ampio parcheggio, anche per autobus e camper.

Area attrezzata (AA) camper a meno di 3 km presso l’impianto polisportivo comunale, strada panoramica. Spazio per 50 veicoli su fondo asfaltato e autobloccanti, acqua, pozzetto, illuminazione.

News 2011: Secondo all’Ercole Olivario, Tre Foglie by Gambero Rosso

Unico olio umbro che è riuscito ad arrivare sul podio dell’Ercole Olivario 2011, tra oltre 355 concorrenti da tutta Italia, l’olio extravergine Dop Umbria della Società Agricola Trevi Il Frantoio (Torre Matigge di Trevi) si è aggiudicato il secondo posto nella classifica nazionale per la categoria fruttato leggero. Il premio è arrivato a distanza di pochi giorni dal riconoscimento delle Tre Foglie della guida “Oli d’Italia – I migliori extravergine 2011”, realizzata dal Gambero Rosso in collaborazione con Unaprol, e inaugura l’inizio dei lavori per un nuovo e innovativo frantoio che entrerà in funzione il prossimo ottobre.

Oro verde…. sempre più “verde”:

La Società Agricola Trevi Il Frantoio a ottobre 2009 ha inaugurato il primo impianto fotovoltaico in Umbria, il più grande in Italia – 90 kw da pannelli al silicio policristallino, tre inverter e un sistema di data-logger per monitorare in tempo reale produzione e anomalie - in grado di provvedere totalmente al fabbisogno elettrico dell’intero ciclo di produzione per un olio extravergine di oliva sempre più “verde”. Un atto di responsabilità verso la ricerca di una qualità totale, imprescindibile dalla salute del territorio. Un esempio di come sia possibile risparmiare senza rinunciare alla qualità nel rispetto dell’ambiente.

L’Azienda e la sfida verso la qualità totale

In tanti anni di attività la Società Agricola Il Frantoio di Trevi si è sempre distinta per la sua attenzione alla qualità, per il rispetto rivolto al consumatore e per l’attenzione all’ambiente. Questa vocazione alla “qualità totale”, che ha ispirato e continua ad ispirare la sua politica aziendale, dalla produzione al marketing, le ha fatto conquistare numerosi primati che si sono trasformati in elementi di garanzia qualitativa e affidabilità.

E’ il primo frantoio in Italia ad aver ricevuto, nel 1994, la certificazione ISO 9002 e il primo frantoio in Umbria ad aver ottenuto, nel 1997, la certificazione D.O.P. (Denominazione di Origine Protetta) Umbria Colli Assisi-Spoleto. La D.O.P. è la scommessa del futuro per la Società Agricola Trevi “Il Frantoio” che da sempre persegue l’obiettivo della massima qualità della propria produzione e della massima soddisfazione del Cliente.

Nel 2004 la Società Agricola Il Frantoio di Trevi ha avviato una collaborazione scientifica con la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Perugia per la costruzione di un sistema di estrazione e purificazione di sostanze antiossidanti naturali (polifenoli) nelle acque di vegetazione delle olive prodotte durante la lavorazione al frantoio.

Dal 2005 ha lanciato una linea cosmetica, Suaves, a base di olio certificato D.O.P. (Denominazione di Origine Protetta) che ha riscoperto uno degli antichi utilizzi dell’olio sfruttando le proprietà antiossidanti dei polifenoli di cui è particolarmente ricco l’olio prodotto secondo quanto previsto dai disciplinari della D.O.P.

Nella stagione olearia 2006-2007 la Società Agricola Trevi è il primo frantoio in Umbria ad ottenere la certificazione internazionale BRC British Retail Consortium uno dei più diffusi strumenti internazionali attraverso cui gli operatori della filiera alimentare qualificano i propri fornitori (Technical Standard and Protocol for Companies Supplying Retailer Branded Food Products); con il BRC viene certificato tutto il processo, dall’ingresso delle olive nel magazzino alla lavorazione nel frantoio, dallo stoccaggio dell’olio prodotto fino all’imbottigliamento.

Negli ultimi anni la Società Agricola Il Frantoio di Trevi ha volto con maggiore determinazione la sua sfida al rispetto dell’ambiente affinché i colori dell’olio extravergine d’oliva si tingessero sempre più delle tonalità della natura. Risale infatti al 30 ottobre 2009 l’inaugurazione dell’impianto fotovoltaico, il primo in Umbria e il più grande in Italia – 90 kw da pannelli al silicio policristallino, tre inverter e un sistema di data-logger per monitorare in tempo reale produzione e anomalie - in grado di provvedere totalmente al fabbisogno elettrico dell’intero ciclo di produzione, per un olio extravergine di oliva sempre più “verde”. Un atto di responsabilità verso la ricerca di una qualità totale, imprescindibile dalla salute del territorio e un esempio di come sia possibile risparmiare senza rinunciare alla qualità nel rispetto dell’ambiente.

L’obiettivo del 2010 è stato raggiunto con la Certificazione Volontaria di Prodotto che garantisce la veridicità delle caratteristiche dichiarate dei prodotti. Si tratta di una certificazione facoltativa, regolarmente rilasciata da un ente certificatore esterno, che vuole andare anche oltre ciò che prevede la legge e che dimostra concretamente la volontà di dare ai consumatori maggiori garanzie di qualità, affidabilità e trasparenza. La grande innovazione del 2011 è la realizzazione di un nuovo e innovativo frantoio realizzato su misura che, con innovative tecnologie di estrazione e un sistema automatizzato di controllo e monitoraggio costante di tutte le fasi della produzione potrà migliorare le proprietà organolettiche e nutrizionali dell’olio di oliva con particolare riferimento agli aspetti salutistici, nell’ottica della sostenibilità dei costi.

2010-2011: Olio e Certificazione Volontaria di Prodotto

La Società Agricola Il Frantoio di Trevi è una delle pochissime aziende in Italia che già dalla campagna olearia 2010-2011, tra gli altri parametri indici di qualità, certificherà dal punto di vista chimico, l’elevato potere antiossidante (misurato in unità ORAC) dell’olio prodotto: la presenza di antiossidanti che hanno effetti benefici sulla salute attraverso un consumo abituale del prodotto è infatti al di sopra di 3.000 unità ORAC. Garantirà inoltre elevati contenuti di composti fenolici (responsabili di attività antiossidanti ed antinfiammatorie implicate nella prevenzione di molte patologie cronico-degenerative), un elevato contenuto di acido oleico (acido grasso monoinsaturo responsabile della prevenzione di alcune importanti patologie cardiovascolari), i bassi contenuti di acidità e perossidi (l’acidità dichiarata è al di sotto dello 0,5% mentre il parametro sufficiente per un olio extravergine di oliva è dello 0,8%), indicatori dell’elevata qualità delle olive utilizzate e di un ottimo stato di conservazione dell’olio. Inoltre, in base a requisiti oggettivi e misurabili, certifica l’assenza di difetti dal punto di vista organolettico e le principali caratteristiche di dolce, fruttato e amaro.

2011: il nuovo frantoio all’insegna dell’innovazione

I nuovi macchinari della RCM Rapanelli di Bevagna (PG) prevedono tutta una serie di accorgimenti per avere migliori risultati qualitativi a costi sostenibili anche per una realtà produttiva media o medio-grande. Il nuovo frantoio è monitorato a distanza dal sistema RCM Automation per cui, tramite una connettività ADSL e UMTS, dal centro assistenza RCM vengono controllate continuamente le temperature di lavorazione della pasta, dell’acqua e dell’olio prodotto per assicurare l’estrazione a freddo, i tempi di gramolatura, e le eventuali anomalie di funzionamento. In questo modo i tecnici RCM possono dare tempestiva comunicazione direttamente al frantoiano o all’officina di zona, risolvendo così l’eventuale problema in pochissimo tempo. La particolare tecnologia di estrazione e il controllo e monitoraggio di tutte queste funzioni hanno lo scopo di migliorare le proprietà organolettiche e nutrizionali dell’olio di oliva soprattutto riferite agli aspetti salutistici, coniugando la massima qualità al massimo rendimento industriale.

I prodotti

La selezione degli oli extravergine di oliva del Frantoio di Trevi è stata pensata per soddisfare ogni gusto:

  1. Olio Trevi – Dop Umbria Colli Assisi-Spoleto dal gusto fruttato forte,
  2. Olio extravergine Famiglia dal gusto fruttato intenso,
  3. Olio extravergine Elite dal gusto fruttato delicato,
  4. e infine Primissimo…. la prima spremitura di olive, dal sapore genuino e deciso e dal profumo intenso di olive fresche, che è anche pregiato per la salute in quanto la raccolta precoce (ottobre) lo rende molto più ricco di polifenoli (antiossidanti).  Per fare ogni bottiglia di Primissimo sono necessari circa 9 Kg di olive, l’intera produzione di un olivo! Per le sue caratteristiche è possibile produrne una quantità limitatissima: solo 5.000 bottiglie che vengono ogni anno prenotate entro il 30 settembre.

Analisi organolettica:

ü  Bassissima acidità (inferiore allo 0,5%)

ü  Colore verde smeraldo con riflessi dorati

ü  Odore fruttato

ü  Sapore fruttato, gradevolmente amaro, di oliva fresca con sentori di mandorla, asparago e carciofo

 Le caratteristiche organolettiche dell’olio extravergine di oliva del Frantoio di Trevi derivano:

ü  dalla varietà delle olive (cultivar): Moraiolo 80%, Frantoio 15%, Leccino e altre varietà 5%

ü  dalla zona di produzione (colli pre-appeninici nel Comune di Trevi -PG, in Umbria, al centro della zona a Denominazione di Origine Protetta dell’ Umbria, Colli Assisi Spoleto, ad una altitudine compresa tra 400-700 m. s.l.m.) e dalla natura del terreno: molto roccioso e povero di humus

ü  dal clima freddo che non permette la riproduzione della “mosca delle olive”.

ü  dal metodo di estrazione per sgocciolamento naturale a freddo

ü  e dall’esperienza unica dei nostri Mastri Assaggiatori!

 I clienti vip:

Chez Maxim’s a Parigi, ristorante del Senato della Repubblica Italiana, ègroup srl, Jolly Hotels, Le Meridien, Amministrazione Umberto Agnelli, famiglia Michelangelo Antognoni, Tesco (Inghilterra) e oltre 6.000 famiglie che ogni anno ricevono l’olio extravergine di oliva del Frantoio di Trevi  direttamente a casa!

Info:  www.oliotrevi.it