Mon-Sat: 8.00-10.30,Sun: 8.00-4.00
Stromboli | Viaggiando Facile
Home » Uncategorized  »  Stromboli | Viaggiando Facile
Stromboli | Viaggiando Facile

Grande novità per la prossima stagione estiva: Taormina e Cefalù verranno collegate con partenze giornaliere alle isole Eolie in sole due ore di navigazione. Il servizio viene offerto da Smiv (Società Marittima Italiana Veloce) che offre anche trasferimenti in pullman direttamente dagli alberghi ai porti di partenza.

Ma vediamo alcune proposte: EXCURSIONS: TAORMINA – ISOLE EOLIE  STAGIONE  2011

….Incantevole crociera lunga la Baia di Naxos in uno scenario tra  i più apprezzati al mondo con lo sfondo  dell’ETNA passando sotto Capo Taormina, per proseguire tra le mitiche SCILLA E CARIDDI e vedere dopo pochi minuti di navigazione, stagliarsi, Al di là dello stretto, il magico  arcipelago delle Isole Eolie, perle del Mediterraneo…

Lipari –  Vulcano

PICK UP: LETOJANNI H. 7.15 – TAORMINA H. 7.15 – GIARDINI NAXOS – H. 7.30 – NAXOS PORTO – H. 7.45

Trasferimento in pullman da tutti gli hotels per il porto di Taormina/Naxos e partenza alle ore 08:00. Arrivo a Lipari alle ore 10.00. Tempo libero per la visita dell’isola (itinerari storico-culturali, balneazione, Shopping,Pranzo). Partenza alle ore 13.00, con  arrivo  a Vulcano  alle 13.15. Tempo libero per la visita dell’isola, con possibilità di immergersi nei fanghi sulfurei, nelle acque termali e di prendere il sole sulla celebre spiaggia di sabbia nera. Partenza per il periplo dell’Isola con visita ai faraglioni, alla grotta del cavallo e alla piscina di Venere. Ritorno al porto di Taormina/Naxos alle ore 19.00 e trasferimento in pullman per tutti gli hotels.

TARIFFE UFFICIALI : AD € 65 – CH € 35 (3-12 ANNI)

Stromboli – Panarea  

PICK UP: LETOJANNI H. 10.15 – TAORMINA H. 10.15 – GIARDINI NAXOS – H. 10.30 – NAXOS PORTO – H. 10.45

Trasferimento in pullman da tutti gli hotels per il porto di Taormina/Naxos e partenza alle ore 11:00. Arrivo a Panarea alle ore 13.00. Tempo Libero per la visita dell’isola (balneazione,Shopping, pranzo). Proseguimento per Stromboli con circumnavigazione. Tempo libero per la visita dell’Isola(balneazione, trekking,shopping, cena) con sosta a Stromboli fino al tramonto. Partenza con sosta alla “Sciara del fuoco” per ammirare dal mare l’attività esplosiva del vulcano. Ritorno al porto di Taormina/Naxos alle ore 23:45 e trasferimento in pullman per tutti gli hotels.

TARIFFE UFFICIALI : AD € 85 – CH € 45 (3-12 ANNI)

Le quote comprendono: Trasferimenti in pullman A/R dagli alberghi per/dal porto di Taormina/Naxos, trasporto veloce marittimo A/R comprensivo di visite e soste, assistenza hostess di bordo e Tour leaders in lingua inglese,tedesco,italiano,francese,russo,polacco,svedese.

Le quote non comprendono: pranzo/cena – ecotax isole eolie 1€.  Il servizio di prenotazione online sarà attivo a breve. Call center 0921.421264 – 339 2284053 – info@smiv.it.

A Stromboli  dal 21 al 28 agosto torna Il Teatro del Fuoco, l’International Firedancing Festival: otto giorni di fuoco sull’isola eoliana con performancedanzemusiche, laboratori proiezioni  no stop.  Un calendario bollente  che vede come protagonisti artisti e firedancer   da tutto il mondo per rendere omaggio alla Terra di Dio e alla sua divinità, Iddu(come gli isolani chiamano il loro vulcano). 

…l’articolo continua »

A quanto pare l’Italia ha un nuovo vulcano che però per ora  non ha ancora un nome, si sa che è spento da un periodo ormai lunghissimo,  e che  si trova nel Tirreno meridionale, al largo della Calabria, di fronte a Capo Vaticano. La scoperta è stata fatta  dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) in collaborazione con l’università della Calabria.

Questo “nuovo” vulcano è di medie dimensioni e  la sua sommità si trova a 120 metri sotto il livello del mare, si estende per circa 15 chilometri e si trova sulla stessa faglia che ha dato origine al terremoto di Messina del 1908. Massimo Chiappini che fa parte del gruppo di Ricerca ha detto riguardo all’attività del vulcano: “È un vulcano che ormai non desta più alcuna preoccupazione. La sua scoperta rimette però in discussione i modelli geodinamici della zona.”

…l’articolo continua »