Mon-Sat: 8.00-10.30,Sun: 8.00-4.00
Castelli Aperti 2010: domenica 25 luglio alla scoperta della borgata Museo Balma Boves Una gita fuori porta per conoscere il caratteristico villaggio ricavato dall’anfratto di una roccia | Viaggiando Facile
Home » Uncategorized  »  Castelli Aperti 2010: domenica 25 luglio alla scoperta della borgata Museo Balma Boves Una gita fuori porta per conoscere il caratteristico villaggio ricavato dall’anfratto di una roccia | Viaggiando Facile
Castelli Aperti 2010: domenica 25 luglio alla scoperta della borgata Museo Balma Boves Una gita fuori porta per conoscere il caratteristico villaggio ricavato dall’anfratto di una roccia | Viaggiando Facile

Una proposta insolita quella della rassegna Castelli Aperti che per la prossima domenica di luglio consiglia una gita fuori porta verso la montagna di Sanfront per visitare la borgata museo di Balma Boves (ore 10.00-18.30. Costo biglietto: intero 3 euro) raggiungibile a piedi, a mezz’ora di cammino dalla frazione Rocchetta.

Il caratteristico villaggio è stato ricavato dall’anfratto di una roccia e la sua felice collocazione ha permesso al borgo di conservarsi intatto nel tempo. Abitato fino agli anni ’60, in seguito ha assunto la funzione di deposito di materiale fino ad essere riconosciuto come esempio unico di architettura rurale e testimonianza di vita contadina e quindi restaurato. Il borgo conserva ancora perfettamente gli ambienti produttivi e abitativi. Gli edifici sono coperti con tetti piani dove la roccia li protegge, o parzialmente coperti a ‘lose’ nella parti più esposte alle intemperie. Il sito è importante dal punto di vista culturale, architettonico e paesaggistico.

Balma Boves è un esempio di microcosmo contadino autonomo e funzionale e rappresenta una perfetta simbiosi tra ambiente e insediamento abitativo e lavorativo costruito dall’uomo. 

L’accesso avviene in un paesaggio caratterizzato da castagni secolari e attraverso le mulattiere selciate delimitate da uno steccato realizzato con lastre di pietra infisse nel terreno. L’ingresso è libero ma si può usufruire della visita guidata che si snoda attraverso le case e gli ambienti produttivi: le stalle, le tinaie, gli essiccatoi, i locali per la conservazione dei formaggi, i fienili, il forno e il lavatoio.


Le strutture aperte domenica 25 luglio nella zona del saluzzese:

LAGNASCO: Castelli Tapparelli D’Azeglio (ore 9.30-12.30; 14.30-18.30. Costo biglietto: intero 5 euro) a Lagnasco
MANTA: Castello della Manta di Saluzzo
(ore 10.00 -18.00. Costo biglietto: intero 5 euro)
REVELLO: Cappella marchionale (ore 10.00-12.30 ; 14.00-17.30. Costo biglietto: intero 3,50 euro)
SALUZZO: Giardino Botanico di Villa Bricherasio
(ore 9.00-19.00. Costo biglietto: intero 5 euro)
SALUZZO: Casa Cavassa (ore 10.00-13.00; 14.00-18.00. Costo biglietto: intero 4,50 euro)
SALUZZO: Torre Civica (ore 10.30-12.30 ; 14.30-18.30.Costo biglietto: 1,50 euro)

Per conoscere le strutture in dettaglio, per informazioni sugli orari, turni di visita e costi dei biglietti o consultare il sito: www.castelliaperti.it,  scrivere a info@castelliaperti.it,  telefonare al 389 4838222. UFFICIO STAMPA CASTELLI APERTI Elisa Bogliotti 339 24250219 Monica Pasquarelli 335 230953

stampa@castelliaperti.info