Mon-Sat: 8.00-10.30,Sun: 8.00-4.00
In Friuli a Villa Marin la mostra Munch e lo spirito del Nord. | Viaggiando Facile
Home » Uncategorized  »  In Friuli a Villa Marin la mostra Munch e lo spirito del Nord. | Viaggiando Facile
In Friuli a Villa Marin la mostra Munch e lo spirito del Nord. | Viaggiando Facile

Munch e lo spirito del Nord. Scandinavia nel secondo Ottocento è la mostra con cui Marco Goldin porta in Italia,  per la prima volta una testimonianza esauriente di quella che è stata la pittura  in Norvegia, Svezia, Finlandia e Danimarca nella seconda metà del XIX secolo. 

Ben 122 le opere esposte, provenienti dai musei scandinavi, ma anche dal Museum of Fine Arts di Boston. A dominare è il paesaggio, ma non manca il tema del ritratto e della figura. Una sezione speciale con 35 quadri è dedicata a Edvard Munch, il norvegese celebre per l’inquietudine e l’angoscia che trasmette con la sua opera:”Conoscete i miei dipinti, e in loro potete vedere ciò che ho vissuto“, diceva. La sua è una tensione interiore dirompente e lacerante che penetra nell’opera.   

Tra i grandi espononti della pittura del Nord ci sono, per la Danimarca, da Ring, Philipsen, Syberg, Gottschalk e soprattutto Hammershøi. A quest’ultimo, la cui vicenda straordinaria venne definitivamente scoperta alcuni anni or sono grazie a una fortunata mostra parigina, è dedicata un’intera sala, comprendente alcuni paesaggi ma soprattutto i fascinosi interni. Per la prima volta esposte in Italia, le opere di Hammershøi stanno all’apice, tra fine Ottocento e primi anni del secolo successivo, di un percorso che nasce nella luce di cenere degli interni olandesi seicenteschi, ma che tutto trasforma entro la misura di grigi infiniti, che talvolta virano sugli azzurri pallidi. Dando il senso della solitudine di figure che in quegli spazi non si muovono ma restano sospese, come il tempo potesse effettivamente bloccarsi una volta per sempre. E non tornare più.

Per proseguire tra gli altri, in Norvegia, con Nielsen, Backer, Thaulow, Krohg, Skredsvig; e poi Larrsson, Nordström, Zorn, Jansson, Prince Eugen, Strindberg in Svezia; Edelfelt, Gallen-Kallela, Järnefelt, Churberg, Halonen, Thesleff in Finlandia. Con quelle caratteristiche pittoriche che mettono sempre al centro l’immagine dell’uomo nel grande spazio della natura incontaminata e quasi immisurabile. Entro quel gioco che fa vicini il sentimento romantico e un certo gusto simbolista, come per esempio è bene evidente nel grande artista finlandese Akseli Gallen-Kallela. 

La parte finale dedicata a Munch, dove anche una decina di opere su carta costituisce il necessario contrappunto all’opera pittorica, tocca il suo senso più alto nella scelta che dei dipinti è stata compiuta, per essere messi, quei dipinti, in relazione con i pittori scandinavi che Munch precedono.       

MUNCH E LO SPIRITO DEL NORD.
Scandinavia nel secondo ottocento

dal 26 settembre al 1 novembre: ore 9 – 19 dal 2 novembre al 6 marzo 2011: - da lunedì a venerdì: ore 9 – 18, - sabato, domenica e festivi: ore 9 – 19Chiuso il 24,25 e 31 dicembre 2010. 1 gennaio ore 11 – 19 

25 settembre 2010 – 6 marzo 2011SEDE ESPOSIZIONE

Villa Manin – Piazza Manin, 10

33033 Passariano di Codroipo (UD)  

ORARIO

BIGLIETTI Intero € 10,00 Ridotto € 8,00 : studenti unversitari con attestato di iscrizione, over 65 anni, gruppi solo se prenotati (minimo 15, massimo 25 persone con capogruppo gratuito) Ridotto € 6,00 : minorenni e scolaresche solo se prenotate (con due accompagnatori a titolo gratuito). Ingresso gratuito: bambini fino ai 6 anni, giornalisti con tesserino, accompagnatore di portatore di handicap

Per il diritto di prevendita, con esclusione delle scuole: € 1,50